Meloni ha prestato giuramento come primo presidente del Consiglio donna d'Italia

Meloni prestò giuramento davanti al presidente Sergio Mattarella al Palazzo del Quirinale a Roma, un tempo dimora dei re d'Italia.

Il suo partito "Fratelli d'Italia" - euroscettico e anti-immigrazione - ha vinto le elezioni legislative il 25 settembre ma aveva bisogno del sostegno esterno per formare un governo.

L'appuntamento di Meloni è un evento storico per la terza economia dell'Eurozona e per i fratelli d'Italia, che non è mai stata al governo.

Ha ottenuto il 26 per cento dei voti il ​​mese scorso, contro l'otto e il nove per cento, rispettivamente, dei suoi alleati Forza Italia e dell'estrema destra LaLiga.

L'elenco di Meloni di 24 ministri, tra cui sei donne, ha rivelato il suo desiderio di rassicurare i partner dell'Italia. Ha nominato Giancarlo Giorgetti ministro dell'Economia, che ha servito sotto il precedente governo di Mario Draghi.

 Come influirà sugli stranieri la vittoria dell'estrema destra in Italia?

Giorgetti, ex ministro dello Sviluppo economico, è considerato uno dei membri più moderati ed europeisti della cricca di Matteo Salvini.

Meloni ha inoltre nominato Ministro degli Affari Esteri e Vice Presidente del Consiglio l'ex Presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani di Forza Italia.

Salvini sarà Vice Presidente del Consiglio e Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti. La nomina rischia di deludere Salvini, che ha voluto che Meloni gli riconferisse la carica di ministro dell'Interno dopo aver ricoperto la carica in precedenza tra il 2018 e il 2019. La carica è invece passata al governatore della Roma Matteo Bentidosi.

Domenica, prima che il presidente del Consiglio guidi la prima riunione di gabinetto, si svolgerà la cerimonia formale per il passaggio del potere da Draghi a Meloni.

La presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen si è congratulata con Meloni per la sua nomina.

Ha twittato sabato, mentre la presidente del Parlamento europeo Roberta Mezzola ha twittato in italiano: "Conto e attendo con impazienza una cooperazione costruttiva con il nuovo governo sulle sfide che affrontiamo insieme".

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden si è congratulato con Meloni e ha descritto l'Italia come un "alleato vitale della NATO e un partner stretto".

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha scritto su Twitter di non vedere l'ora di "continuare una fruttuosa cooperazione per garantire pace e prosperità in Ucraina, in Italia e nel mondo".

Anche il primo ministro ungherese Viktor Orban ha inviato le sue congratulazioni tramite Twitter. "Grande giornata per la destra europea!" .

paura della solitudine

I disaccordi con i suoi due potenziali partner della coalizione hanno oscurato le consultazioni per formare un governo insieme sul forte sostegno di Meloni all'Ucraina dall'invasione russa, mentre i leader di Forza Italia e della Lega sono visti come vicini a Mosca.

Una registrazione trapelata dell'ex primo ministro italiano Silvio Berlusconi - che guida Forza Italia - parla dei suoi rapporti intimi con Mosca e sembra incolpare Zelensky per la guerra in Ucraina. Berlusconi dice che i commenti sono stati presi fuori contesto.

Salvini è un fan di lunga data del presidente russo Vladimir Putin e ha criticato le sanzioni occidentali contro la Russia. Nonostante la sua posizione scettica sull'UE, Meloni è stata ferma sul suo sostegno all'Ucraina, in linea con il resto dell'UE e degli Stati Uniti.

Ma le tensioni fanno crescere i timori che la coalizione di Meloni, unita dalla necessità di una maggioranza parlamentare, faccia fatica a mantenere l'unità.

Sfide in arrivo

La coalizione Meloni vuole rinegoziare la partecipazione dell'Italia nel fondo di ripresa post-Covid dell'UE. Dice che i circa 200 miliardi di euro che prevede di ricevere dovrebbero tenere conto dell'attuale crisi energetica, che è stata esacerbata dall'invasione dell'Ucraina da parte di Mosca, che ha danneggiato le forniture di gas russe all'Europa.

Ma i soldi sono legati a una serie di riforme appena varate dal governo Draghi, e secondo gli analisti Meloni ha margini di manovra limitati.

Meloni ha condotto una campagna su una piattaforma "religione, patria e famiglia", sollevando timori di erosione dei diritti nel Paese a maggioranza cattolica.


Guarda anche
تجيقات
Commenti dei visitatori
Caricamento in corso ...